L’epica classica e la questione omerica.

L’epica

Un poema epico è un componimento letterario che narra le gesta, storiche o leggendarie, di un eroe o di un popolo, mediante le quali si conservava e tramandava la memoria e l’identità di una civiltà o di una classe politica.

Il termine “epica” deriva dal greco antico έπος (epos) che significa “parola”, ed in senso più ampio “racconto”, “narrazione”.

L’epica narra in versi il mythos (mito), cioè il racconto di un passato glorioso di guerre, e di avventure. L’epica è la prima forma di narrativa, ma non solo: costituisce anche una sorta di enciclopedia del sapere religioso, politico ecc. Essa veniva trasmessa oralmente con un accompagnamento musicale. I poemi epici di tutte le letterature attingono a un patrimonio di miti preesistente; i più antichi poemi epici che si conoscono sono i mesopotamici Atrahasis e l’epopea del re di Uruk, Gilgamesh.

(continua su  Wikipedia)

– Omero: chi era costui?

Il massimo poeta epico greco, autore, secondo la tradizione, dell’Iliade e dell’Odissea.
Della sua vita non si sa nulla di sicuro. Il suo vero nome sarebbe stato Melesigene, e Omero non sarebbe che un soprannome (forse ostaggio).

Una leggenda lo dipingeva cieco, com’erano talora i rapsodi che cantavano le gesta degli eroi alle corti principesche. Almeno sette città si contendevano l’onore di avergli dato i natali: le più accreditate potrebbero essere Chio e Smirne, e certo la sua patria è da localizzarsi in Asia Minore.

(fonte: www.summagallicana.it)

La leggendaria morte di Omero e l’importanza vitale della conoscenza

Il poeta stava in riva al mare ad ascoltare il rumore delle onde quando
un gruppo di giovani che tornava dalla pesca lo salutò. Dunque chiese
loro che cosa avessero preso e quelli risposero così: quanto abbiamo
preso l’abbiamo lasciato, quanto non abbiamo preso lo portiamo. Omero
non capì, trascorse giorni a interpretarlo invano, infine morì
disperato. La risposta era pidocchi.

– La questione omerica

Con questione omerica si intende quel dibattito letterario che ha interessato lo studio di filologi e storici della lingua greca arcaica sull’attendibilità della composizione dell’Iliade e dell’Odissea da parte di Omero, e sull’esistenza stessa di quest’ultimo.

Il dibattito ha origini molto antiche, perché già in età classica si discuteva sulla paternità dell’Odissea di Omero. Negli ultimi secoli del medioevo, e nei primi del rinascimento, vi sarà uno sviluppo di questo dibattito, ma si potrà parlare di questione omerica solo con Wolf e con la suddivisione degli studiosi in unitari ed analitici.

(continua a leggere da Wikipedia)

Cosa pensi del materiale presentato? Ti piace l’epica? Hai trovato degli spunti di riflessione? Condividili nei commenti …

(Approfondisci a partire da Wikipedia e www.summagallicana.it)

19 Responses to “L’epica classica e la questione omerica.”


  1. 1 Maria Letizia 8 febbraio 2010 alle 3:49 pm

    L’epica è molto interessante e soprattutto alcune narrazioni…ad esempio la morte di Omero…!🙂
    Omero è morto disperato perchè non è riuscito a risolvere quella specie di indovinello….infatti a quel tempo era molto importante la conoscienza….xD
    Ma comunque non ho capito se era davvero cieco o no…!?!
    hihi!

    • 2 Massimiliano De Conca 8 febbraio 2010 alle 5:18 pm

      Sì, si dice che fosse cieco

      « “Fanciulle, qual valente cantore tra voi s’aggira, più soave tra tutti, e che più gaie vi rende?”
      “È un cieco, e dimora nella pietrosa Chio.” »

      (Pseudo-Omero, Inno ad Apollo)

      [ehms, bastava leggere la scheda segnalata su Wikipedia!]

      ah, già che ci sono … conoscenza! (coscienza, con la -i-)😀

  2. 3 Davide Negri 10 febbraio 2010 alle 4:02 pm

    Il materiale presentato è molto interessante e ho imparato nuove cose, ad esempio il problema che riguarda la questione omerica e l’indovinello che i pescatori hanno fatto ad Omero, che non è riuscito a risolverlo perciò si è ucciso. Ecco l’indovinello:

    “Quello che noi abbiamo preso, l’abbiamo lasciato; quanto non abbiamo preso, ce lo portiamo”.

  3. 4 Marianna Rodella 10 febbraio 2010 alle 5:24 pm

    I materiali presentati sono molto interessanti e mi hanno arricchito su Omero.
    Mi piace molto l’epica ancke se certi racconti sono un po’ noiosi….🙂
    Comunque mi sembra molto buffo che Omero sia morto di disperazione!!!
    ahah!!!😄

  4. 5 Bagnoli Miriana 12 febbraio 2010 alle 8:16 am

    Molto interessante questa parte dedicata all’epica.
    Racconta anche la morte di Omero, che mi è piaciuta molto.
    Ma forse non erano troppo esagerati?!?!
    Sì, la conoscenza è importante, ma morire perchè non si riesce a risolvere un indovinello, non è un po’ troppo?!?!
    hihi

    Ciaooo XdXd
    😉

  5. 6 SARA COSTA 17 febbraio 2010 alle 4:57 pm

    Il materiale presentato è molto interessante, comprensibile…
    ma, nonostante tutto, l’epica non è che mi interessi molto ma condivido con un altro commento che è esagerato morire per la soluzione di un indovinello…no?

    LOVE SARA

  6. 7 FILIPPO FIORENTINO 19 febbraio 2010 alle 4:36 pm

    !!CIAO!!

    Per me le infomazioni contenute in questo sito sono molto interessanti,storiche, ma non molto semplici da capire.
    Però Omero è stato un po’ scemo a morire per un indovinello che non riusciva a risolvere:poteva non chiedere ai pescatori cosa avessero preso.

    VIVA ROMA

    CIAO FILIPPO

  7. 8 gabriele moreni 19 febbraio 2010 alle 8:06 pm

    questo tipo di cose non mi piacciono comunque molto interessante anche se il linguaggio non è molto semplice … anzi per niente !!!!

    ciauuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu😄

  8. 9 elisa pastorio 24 febbraio 2010 alle 6:37 pm

    queste informazioni per me sono molto importanti e interessanti,infatti a me l’epica non mi piace ma questo argomento non lo trovo noioso e quindi lo seguo con attenzione.al contrario di altri commenti voglio dire che il linguaggio mi sembra senplice………no? smack ciao

  9. 10 Sara Zaltieri 24 febbraio 2010 alle 8:27 pm

    Questi racconti epici sono utili per conoscere la vita e le credenze degli eroi greci. Come Omero che sacrificò la vita, per non aver compreso l’indovinello fatto dai pescatori.
    Nella società in cui vivo questo episodio non può di certo accadere.

    ciao,ciao Sara

  10. 11 Narayani Zappavigna 24 febbraio 2010 alle 8:57 pm

    Molto interessanti le notizie sull’epica…………..all’inizio non mi piaceva molto anche perchè non sapevo di che cosa parlasse, però adesso la trovo più interessante del mito. Una cosa che mi ha colpito è la morte di Omero perchè si è uccio solo per un indovinello…ma secondo me non era solo per quello!!

    Ciao Nara

  11. 12 sofia falferi 1 marzo 2010 alle 2:11 pm

    L’epica è interessante e nello stesso tempo coinvolgente;non vedi l’ora di arrivare alla fine del racconto per trovare nuove emozioni.La morte di Omero non mi è piaciuta, perchè non si può morire per un indovinello dei pescatori!!!!!!

    CIAO SOFIA!!!

  12. 13 Elena Bombana 7 marzo 2010 alle 6:25 pm

    L’epica è interessante ma un pò difficile da comprendere.Il brano mi è piaciuto anche se il finale è un pò ingiusto.Avrei preferito che fosse riuscito a risolvere l’indovinello.
    CIAO ELENA!!!!!

    • 14 loredana 21 marzo 2012 alle 6:31 pm

      non è vero nn per me nn è difficile da comprendere =(

  13. 15 giulia 13 maggio 2010 alle 3:06 pm

    x me l’epica e molto interessante xke e molto importante secondo me l’indovinello poteva provare a indovinarlo…….che buffi che siete tt….sto scherzando ciauuu XDXDXD

  14. 16 laura 1 marzo 2012 alle 6:23 pm

    molto interessate…anche se a me l’epica mi fa,in un certo senso ,ecco come dire…vomit…no dai! skerzavo! x me l’epica è molto interessante!
    bè cmq la storia dell’ indovinello è un pò esagerata,c’è,io nn mi ucciderei per una cavolata…anke se ci ho messo un pò a capire la risposta(l’ho letta)
    sapete una cosa,nn ho capito perke pidokki,se loro sono andati a pescare cosa centrano i pidokki?????

  15. 17 loredana 21 marzo 2012 alle 6:29 pm

    questo sito secondo me è molto interessante anche se a me l’epica non mi ha mai colpito molto però nn capisco come un uomo possa morire solo per un indovinello!!!! che banalità!!!!!!!!!!!!!

  16. 18 giada sanfelici 26 novembre 2012 alle 7:17 pm

    secondo me queste cose sn molto interessanti…dipende dall’argomento altre volte si altre no,xro’ variano dai gusti delle persone ciaoooooooo😉


  1. 1 2010 in review « Didattica e Web Trackback su 5 gennaio 2011 alle 10:10 pm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




febbraio: 2010
L M M G V S D
« Gen   Mar »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728

Inserisci il tuo email e riceverai gli aggiornamenti

Segui assieme ad altri 3 follower

Area sondaggi

statistiche

  • 200,343 visite

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: